martedì 25 giugno 2013

VINO DI NOCINO

Nella dispensa della nonna non mancava mai una bella bottiglia di "vino di nocino" che preparava, dopo aver filtrato il nocino, con le stesse noci.  Si tratta di un vino dal colore ambrato con il sapore delle noci e dalla gradazione alcolica, ovviamente, molto più bassa di quella del nocino. Vale la pena di provarlo perché è ottimo....
 
Ingredienti per 1 litro:
 
12 noci con il mallo utilizzate in precedenza per il nocino, 750 ml di vino bianco, 1 bicchiere di acqua, 100 gr di zucchero.
 
Procedimento:
 
Dopo aver filtrato il nocino versare sulle noci il vino e far riposare per 10 giorni, scuotendo ogni giorno il recipiente. Preparare uno sciroppo sciogliendo lo zucchero nell'acqua calda, far raffreddare e unire al vino. Mescolare, filtrare e imbottigliare. Va consumato dopo 4-5 mesi.
 
 
 

NOCINO

Il nocino è un liquore che si prepara con le noci che, per tradizione, vengono raccolte il 24 giugno giorno di San Giovanni. Le noci vanno utilizzate con il mallo, tagliandole a metà. Ogni regione, ogni provincia, ogni famiglia ha una sua ricetta che si tramanda di padre in figlio per fare il nocino e, generalmente, la differenza sostanziale sta nell'uso dell'alcool o della grappa. In questa zona del Veneto si usa una buona grappa e questa è la ricetta tradizionale di casa mia.....
 
 
Ingredienti per 4 litri di grappa:
 
48 noci, 4 litri di grappa 45°, 400 gr di zucchero, la buccia di un limone non trattato, 2 chiodi di garofano, 1 pezzetto di cannella in canna.
 
Procedimento:
 
Lavare e asciugare le noci. Indossando dei guanti per non macchiarsi le mani, tagliarle a metà e metterle in un recipiente di vetro abbastanza capiente. Versare la grappa e unire i chiodi di garofano, la cannella e la buccia di limone.
Lasciar macerare per 40 giorni, scuotendo energicamente il recipiente ogni 3 giorni. Trascorsi i 40 giorni filtrare il tutto, travasare in bottiglie e conservare al buio almeno fino a Natale (meglio anche oltre).
 
(A questo punto con le stesse noci utilizzate per il nocino si potrebbe preparare il "vino di nocino", ma di questo vi parlerò in un altro post)

venerdì 14 giugno 2013

ZUPPA DI PESCE

La zuppa di pesce è un ottimo piatto unico un po' laborioso da realizzare, ma con un po' di pazienza il risultato è garantito. Per la sua preparazione si utilizzano diverse qualità di pesce che variano da regione a regione e da stagione a stagione rendendo così, di volta in volta, la zuppa unica nel sapore.....
 

Ingredienti (per 4 persone):

1,5 kg di pesce da zuppa (scorfano, filetti di gallinella, coda di rospo, pesce sampietro, rombo, calamari, gamberi, cozze e vongole), 1 cipolla, 500 gr di pomodori pelati, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, 1 bicchiere di vino bianco, prezzemolo, peperoncino, olio extravergine d'oliva, sale.
 
Procedimento:
 
Spurgare le vongole e pulire le cozze. Squamare il pesce, eviscerarlo, levare le teste e dividerlo in tranci abbastanza grandi. Pulire i gamberi eliminando testa e intestino. Tagliare i calamari.
 
Preparare il brodo per la zuppa mettendo in una pentola 2 litri d'acqua, 1/2 cipolla, il concentrato di pomodoro e il prezzemolo. Unire teste, lische, teste dei gamberi, vino bianco e sale grosso. Far bollire per un'ora e quindi filtrare.
 
In un tegame rosolare, con l'olio extravergine d'oliva, mezza cipolla, il peperoncino e aggiungere i calamari facendoli soffriggere per 10 minuti. Bagnare con il vino bianco e far sfumare. Aggiungere i pomodori a pezzetti (io ho preferito usare della salsa di pomodoro fatta in casa. Ho ottenuto una zuppa un po' pallida ma ottima), regolare di sale e far cuocere per altri 10 minuti. Aggiungere ora tutto il pesce in tranci e lasciare a fuoco lento per circa 15 minuti, mescolando di tanto in tanto.
 
Unire il brodo al pesce e far sobbollire per 15-20 minuti. Finire aggiungendo i gamberi, le cozze e le vongole lasciando cuocere ancora per 5 minuti.
 
Servire la zuppa calda con fette di pane tostato.