mercoledì 16 luglio 2014

FUSILLI BUCATI RUCOLA E PEPERONI

Com'è noto non sono una grande consumatrice di pasta, soprattutto per quanto riguarda quella con i classici condimenti. Mi capita, però, di rimanere "estasiata" da nuovi formati da provare con sughi particolari e nuovi. Ieri ho comprato una scatola di "fusilli bucati corti" che, a dire il vero, pensavo di usare per una pasta fredda ma alla fine ho deciso per la ricetta stampata sulla scatola tanto sembrava appetitosa. E lo era davvero, nonostante la sua semplicità......

 

 
 
Ingredienti (per 4 persone):
360 gr. di fusilli bucati corti, un mazzetto di rucola, mezzo peperone giallo, 100 gr. di salsa di pomodoro, 80 gr di mandorle, olio extravergine di oliva, sale.
 
Procedimento:
Scaldare qualche cucchiaio di olio EVO in una padella antiaderente e unire la salsa di pomodoro. Dopo qualche minuto aggiungere il peperone tagliato a cubetti, aggiustare di sale e portare a cottura.
Tritare le mandorle grossolanamente, metterle in una padella antiaderente e farle tostare per un paio di minuti.
Cucinare i fusilli in abbondante acqua bollente salata. Mentre attendete la cottura della pasta, tagliare a julienne la rucola e disporla nei piatti. Scolare la pasta, metterla nella padella con i peperoni e mescolare bene. Versare la pasta sul letto di rucola disposto nei piatti e completare con un cucchiaio di mandorle.
Servire caldo.

mercoledì 25 giugno 2014

IL COURT-BOUILLON

Il court-bouillon è un brodo ristretto utilizzato per bollire pesci e crostacei. E' un liquido a base di acqua, con l'aggiunta di vino o aceto, di varie aromatiche e sale.
 
Il più comune è quello "al vino bianco":
Far sobbollire in una casseruola, per almeno 30 minuti, 3 litri di acqua, un bicchiere di vino bianco secco, una cipolla a fette, una carota, una costa di sedano, prezzemolo, 1 foglia di alloro, pepe e sale.
Filtrare il liquido e far raffreddare.
Mettere il pesce sulla pesciera, coprirlo a filo con il brodetto e cuocere a fuoco basso secondo i tempi richiesti dal tipo di pesce. Se deve essere servito freddo si lascia raffreddare nel court-bouillon, considerando un tempo di cottura più breve del previsto. I pesci di acqua dolce e i tranci devono, invece, essere cotti nel liquido bollente.


"Al vino rosso":
Si procede come per il precedente sostituendo il vino bianco con del vino rosso secco. Questo brodetto si adatta alla cottura di trote, pesce persico e anguille.


"All'aceto":
E' adatto per salmone e trote salmonate bolliti. Si procede come per il primo sostituendo il vino bianco con 100 gr di aceto bianco di vino.








martedì 10 giugno 2014

STINCO DI MAIALE AL FORNO

Visto che non fa ancora molto caldo ho preparato lo stinco di maiale al forno. Un secondo piatto dal gusto deciso che richiede una certa attenzione nella cottura. Le carni dello stinco, infatti, se cotte troppo poco risultano dure, se cotte troppo risultano secche. Con questa ricetta e i tempi che vi indicherò lo stinco risulterà morbido e ben cotto. Purtroppo del piatto non è rimasta nemmeno la foto......
Ingredienti per 4 persone:
2 stinchi di maiale, 1 carota, 1 gambo di sedano, rosmarino, 1/2 bicchiere di vino bianco, 1/2 bicchiere di brodo (in alternativa 1/2 bicchiere d'acqua e un po' di dado. Io generalmente uso del dado preparato in casa), olio extravergine d'oliva, sale.

Procedimento:
Disporre gli stinchi in una teglia con l'olio e infornare a 230° per 20 minuti, rigirandoli dopo i primi 10. Unire le verdure a pezzetti, il rosmarino e il sale. Bagnare con il vino e il brodo e infornare nuovamente portando la temperatura a 200° e coprendo la teglia con carta forno. Continuare la cottura per 2 ore, girando gli stinchi di tanto in tanto. Nell'ultima mezz'ora levare la carta forno e rigirarli in modo da ottenere una doratura uniforme.
Servire immediatamente con un po' di fondo di cottura.

giovedì 5 giugno 2014

LASAGNE ALLE VERDURE

Le lasagne alle verdure sono un primo piatto squisito. Si possono fare utilizzando tutte le verdure che abbiamo in frigo quindi, a volte, possono funzionare anche da "svuotafrigo". Si adattano ad ogni stagione proprio perché possiamo utilizzare di volta in volta quello che il periodo ci offre, consumando la lasagna calda d'inverno ma anche tiepida d'estate. A me piace anche conservarne qualche porzione in congelatore per le emergenze......
 
 
Ingredienti:
per la sfoglia: 350 gr di farina e 3 uova
 
per la besciamella: 500 ml di latte, 50 gr di burro, 40 gr di farina 00, noce moscata, sale
 
per il ripieno di verdura: 1/2 cipolla, 1 zucchina, 1 carota, 1 peperone, 1 patata, fagiolini, qualche pomodorino, 1 melanzana, sale e olio extravergine d'oliva (la patata e il peperone secondo me non devono mai mancare)
 
parmigiano grattugiato.
 
 
Procedimento:
Preparare la pasta e tirare la sfoglia formando dei rettangoli della misura della vostra teglia.
 
In una padella far soffriggere nell'olio la cipolla tagliata finemente. Unire le verdure tagliate a dadini, aggiungendo per ultimi i pomodorini e il sale. Cuocere per circa 25 minuti ossia fino a quando le verdure si saranno ammorbidite, mettendo se necessario un po' d'acqua.
 
Preparare la besciamella: stemperare la farina nel latte. Mettere sul fuoco e, continuando a mescolare, unire il burro, la noce moscata e il sale. Lasciare sul fuoco finché raggiunge l'ebollizione.
 
Lessare per circa 4 minuti i rettangoli di pasta e metterli ad asciugare su un canovaccio (volendo potete usare della pasta pronta. In questo caso potete saltare questo passaggio).
 
Mettere uno strato di besciamella sul fondo di una pirofila, adagiare il primo strato di pasta, ricoprire con la besciamella, unire le verdure e spolverare di parmigiano. Continuare alternando gli strati fino ad esaurire gli ingredienti (generalmente 4-5 strati).
 
Infornare a 220° per circa 30 minuti.
 
 
 
 



 

martedì 27 maggio 2014

CALAMARATA ASPARAGI E GAMBERONI

Quello che vi presento è un primo piatto bello da vedere e saporito, che si adatta perfettamente anche a una cena elegante a base di pesce. Ho utilizzato come pasta la "calamarata", un formato che ricorda molto i calamari che utilizzeremo per il condimento. La pasta che preferisco è quella trafilata a bronzo perché risulta più ruvida e quindi raccoglie meglio il condimento....
 

Ingredienti:
320 gr di calamarata, 400 gr di calamari freschi, 8 gamberoni, 1 mazzetto di asparagi verdi, prezzemolo tritato, 1 cipolla piccola, vino bianco secco, olio extravergine d'oliva, sale.

Procedimento:
Pulire e lavare accuratamente i calamari. Tagliarli ad anelli alti circa 2 cm (si dovrebbero usare solo le sacche, io uso anche i tentacoli). Pulire gli asparagi e pelare il gambo con un pelapatate (volendo potete usare asparagi surgelati. Io ne tengo sempre una busta in congelatore).
Nel frattempo portare a bollore abbondante acqua salata e calare la pasta.
In una pentola antiaderente preparare il sugo facendo saltare i calamari con la cipolla e poco olio. Aggiungere gli asparagi dopo averli tagliati sottilmente in trasversale. Sfumare con il vino bianco, spolverare di prezzemolo e salare. Unire, infine, i gamberoni e cuocere ancora per pochi minuti.
Scolare la pasta e versarla nel sugo lasciandola insaporire a fiamma bassa per qualche minuto.
Impiattare e servire disponendo sul piatto 2 gamberoni per persona.

lunedì 26 maggio 2014

INSALATA DI SEPPIA SEDANO E PEPERONE

Quello che vi propongo è un piatto molto leggero e fresco. Ottimo da consumare d'estate come antipasto o come secondo piatto.....
 
 
 
 
Ingredienti per 4 persone:
una seppia (preferibilmente atlantica) da 1,2 Kg, 1 peperone, 1 cespo di sedano, 1 carota, 1 cipolla piccola, 2 cucchiai di vino bianco, limone, olio extravergine d'oliva, sale.
 
 
Procedimento:
Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua, la cipolla, il sedano, la carota, il vino e portare a bollore. Aggiungere la seppia, il sale e cuocere per circa 40 minuti da quando l'acqua riprende il bollore (io ho usato la pentola a pressione e ho calcolato 30 minuti dal sibilo). Estrarre la seppia dalla pentola e, dopo averla fatta raffreddare tagliarla a tocchetti.
Tagliare il sedano e il peperone a pezzetti e metterli in una insalatiera. Aggiungere la seppia e condire con sale, limone, olio EVO e mescolare.
 
 
 


venerdì 23 maggio 2014

SGOMBRO AL FORNO

Devo essere onesta, fino a poco tempo fa non avevo mai comprato sgombro e l'unico che avevo assaggiato era quello in scatola.... Un amico pescatore però, un giorno, mi ha convinta a preparare una pasta allo sgombro e devo dire che ne sono rimasta soddisfatta. Ha una carne gustosa, si presta a tantissime preparazioni, si trova in tutte le pescherie, è veloce da preparare, è economico e sembra sia anche salutare. Ieri ho provato questa cottura al forno e ne è uscito un gusto delicatissimo. Da rifare quanto prima.......
 
 
Ingredienti per 4 persone:
8 filetti di sgombro (in alternativa 4 sgombri, ai quali leverete pinne, branchie e interiora), pangrattato, 1 cipolla piccola, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 mazzetto di menta, 2 cucchiai di aceto bianco, olio extravergine di oliva, sale.
 
Procedimento:
Lavare gli sgombri e lasciarli scolare. Passarli nel pangrattato. Ungere una pirofila con l'olio e preparare un "letto" di cipolla tagliata a velo sul quale adagerete i filetti di sgombro. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti, girando i filetti a metà cottura. Spolverare gli sgombri con un trito di prezzemolo e menta, bagnare con l'aceto, salare e proseguire la cottura per altri 5 minuti.
Servire subito.