martedì 27 maggio 2014

CALAMARATA ASPARAGI E GAMBERONI

Quello che vi presento è un primo piatto bello da vedere e saporito, che si adatta perfettamente anche a una cena elegante a base di pesce. Ho utilizzato come pasta la "calamarata", un formato che ricorda molto i calamari che utilizzeremo per il condimento. La pasta che preferisco è quella trafilata a bronzo perché risulta più ruvida e quindi raccoglie meglio il condimento....

Ingredienti:
320 gr di calamarata, 400 gr di calamari freschi, 8 gamberoni, 1 mazzetto di asparagi verdi, prezzemolo tritato, 1 cipolla piccola, vino bianco secco, olio extravergine d'oliva, sale.

Procedimento:
Pulire e lavare accuratamente i calamari. Tagliarli ad anelli alti circa 2 cm (si dovrebbero usare solo le sacche, io uso anche i tentacoli). Pulire gli asparagi e pelare il gambo con un pelapatate (volendo potete usare asparagi surgelati. Io ne tengo sempre una busta in congelatore).
Nel frattempo portare a bollore abbondante acqua salata e calare la pasta.
In una pentola antiaderente preparare il sugo facendo saltare i calamari con la cipolla e poco olio. Aggiungere gli asparagi dopo averli tagliati sottilmente in trasversale. Sfumare con il vino bianco, spolverare di prezzemolo e salare. Unire, infine, i gamberoni e cuocere ancora per pochi minuti.
Scolare la pasta e versarla nel sugo lasciandola insaporire a fiamma bassa per qualche minuto.
Impiattare e servire disponendo sul piatto 2 gamberoni per persona.

lunedì 26 maggio 2014

INSALATA DI SEPPIA SEDANO E PEPERONE

Quello che vi propongo è un piatto molto leggero e fresco. Ottimo da consumare d'estate come antipasto o come secondo piatto.....
 
 
 
 
Ingredienti per 4 persone:
una seppia (preferibilmente atlantica) da 1,2 Kg, 1 peperone, 1 cespo di sedano, 1 carota, 1 cipolla piccola, 2 cucchiai di vino bianco, limone, olio extravergine d'oliva, sale.
 
 
Procedimento:
Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua, la cipolla, il sedano, la carota, il vino e portare a bollore. Aggiungere la seppia, il sale e cuocere per circa 40 minuti da quando l'acqua riprende il bollore (io ho usato la pentola a pressione e ho calcolato 30 minuti dal sibilo). Estrarre la seppia dalla pentola e, dopo averla fatta raffreddare tagliarla a tocchetti.
Tagliare il sedano e il peperone a pezzetti e metterli in una insalatiera. Aggiungere la seppia e condire con sale, limone, olio EVO e mescolare.
 
 
 


venerdì 23 maggio 2014

SGOMBRO AL FORNO

Devo essere onesta, fino a poco tempo fa non avevo mai comprato sgombro e l'unico che avevo assaggiato era quello in scatola.... Un amico pescatore però, un giorno, mi ha convinta a preparare una pasta allo sgombro e devo dire che ne sono rimasta soddisfatta. Ha una carne gustosa, si presta a tantissime preparazioni, si trova in tutte le pescherie, è veloce da preparare, è economico e sembra sia anche salutare. Ieri ho provato questa cottura al forno e ne è uscito un gusto delicatissimo. Da rifare quanto prima.......
 
 
Ingredienti per 4 persone:
8 filetti di sgombro (in alternativa 4 sgombri, ai quali leverete pinne, branchie e interiora), pangrattato, 1 cipolla piccola, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 mazzetto di menta, 2 cucchiai di aceto bianco, olio extravergine di oliva, sale.
 
Procedimento:
Lavare gli sgombri e lasciarli scolare. Passarli nel pangrattato. Ungere una pirofila con l'olio e preparare un "letto" di cipolla tagliata a velo sul quale adagerete i filetti di sgombro. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti, girando i filetti a metà cottura. Spolverare gli sgombri con un trito di prezzemolo e menta, bagnare con l'aceto, salare e proseguire la cottura per altri 5 minuti.
Servire subito.
 
 
 

lunedì 19 maggio 2014

LIEBSTER AWARD

Sono stata nominata! Qualche giorno fa Vera Kluzer di La Pasta Risottata ha assegnato a Cioccolato al Peperoncino il Liebster Award. Ringrazio tantissimo Vera per aver pensato a me e al mio blog di cucina.


Per chi non lo sapesse, il Liebster Award è nato in Germania ed è un riconoscimento che si scambia tra blogger con lo scopo di diffondere e far conoscere i blog che si stimano e per i quali si ha una particolare simpatia.
Lo considero come un "gioco" divertente, una staffetta, e spero lo sia anche per coloro che nominerò.


Le regole?

Chi riceve il premio deve:

1) Ringraziare chi l'ha premiato e linkare il suo blog in un apposito post;
2) Copiare e linkare l'immagine di Liebster Award nel post;
3) Rispondere alle 10 domande di chi l'ha nominato (Vera non mi ha fatto domande ma mi ha chiesto di raccontare 10 cose di me......);
4) Scegliere altri 10 blog meritevoli, preferibilmente con meno di 200 followers;
5) Comunicare ai blogger la nomina;
6) Porre 10 domande ai/alle blogger scelti/e;
7) Se ancora non lo sei, diventare follower di chi ti ha nominato.


10 risposte o 10 cose su di me:

- Mi chiamo Michela
- Vivo a Valdobbiadene in provincia di Treviso;
- Mi piace cucinare e i grandi lievitati sono la mia passione;
- Mi rilasso impastando e nella mia dispensa non devono mai mancare chilogrammi di farina;
- Non so resistere al cioccolato fondente;
- Il mio dolce preferito è il tiramisù;
- Mi piace il mare;
- Amo gli animali in generale ma ho un debole per i cani, soprattutto per il whippet.
- Mi piace leggere;
- Il mio sogno nel cassetto (diciamo anche il mio sogno irrealizzabile)? Fare il giro del mondo in camper.


Ora posso nominare anch'io 10 blog:

Già vi anticipo che non ho scelto in base ai followers. Ho preferito scegliere tra i blog che leggo di più, quelli che considero meritevoli e per i quali ho una simpatia particolare.

- Rosemarie & Thyme
- Ammodomio
- Dolcisognare
- Chiarapassion
- L'eleganza del polpo
- Les Madeleines di Proust
- L'ingrediente perduto
- Una streghetta in cucina
- Morti di fame
- Mariella Cooking


Le 10 domande:

Non vi farò le 10 domande, vi lascio libere/i di raccontare qualcosa di voi in 10 punti.


Per me è stato divertente partecipare, spero lo sia anche per i miei nominati (Che ovviamente sono liberi di decidere se continuare o meno il gioco).


Ed ora tocca a voi, vi passo il "testimone"!


















venerdì 9 maggio 2014

SOGLIOLA ALLA MUGNAIA

La sogliola alla mugnaia è un classico secondo piatto a base di pesce. E' una ricetta semplice da realizzare, ma di grande gusto, che prevede l'infarinatura e la cottura con il burro. Con lo stesso metodo si possono cuocere anche altri tipi di pesce tipo il branzino e la trota. E' un piatto adatto anche ai bambini, infatti a me ricorda i sapori dell'infanzia quando, questo, era l'unico modo per farmi mangiare il pesce...





Ingredienti (per 4 persone):
4 sogliole, 50 gr di burro, farina 00, prezzemolo, limone e sale.

Procedimento:
Pulire le sogliole (io lo faccio fare al pescivendolo). Levare la pelle: con il coltello fare un taglio sopra la coda e levare la pelle tirando in direzione della testa. Sciacquarle e sgocciolarle bene.
In una padella far sciogliere il burro a fuoco basso. Passare le sogliole nella farina, adagiarle nella padella e far cuocere finchè risultano ben dorate su ogni lato. Salare. Quando saranno pronte cospargere di prezzemolo tritato e irrorare con il succo di limone. Servire immediatamente.