domenica 22 dicembre 2013

ROSETTE SOFFIATE

Sono anni che cerco ovunque una buona ricetta per fare le rosette soffiate. Il fornaio, tempo fa, mi aveva spiegato come farle ma purtroppo la mia attrezzatura era ben lontana dalla sua. Una ricetta, provata anni fa, mi proponeva di soffiarle, nel vero senso della parola, infilando una cannuccia nella pagnotta........
In questo periodo le ricette delle rosette impazzano nel web. Onestamente non so quale sia l'originale, quella più completa però mi sembrava quella di Vittorio di Viva la focaccia e l'ho voluta provare. Finalmente sono riuscita ad ottenere delle vere rosette soffiate, eccole.......


Ingredienti x 8 rosette:
x la biga: 400 gr di farina 0 di media forza, 175 gr di acqua, 2 gr di lievito secco (o 4 gr di lievito di birra fresco)

secondo impasto: la biga, 40 gr di farina 0 di media forza, 55 gr di acqua, 4 gr di zucchero, 8 gr di sale.


Procedimento: 
Biga: sciogliere il lievito nell'acqua a temperatura ambiente. Unire la farina e impastare per 3-4 minuti. Il risultato sarà un impasto duro e poco raffinato. Coprire la ciotola con carta pellicola e lasciar lievitare per 18-20 ore.

Secondo impasto: 
sciogliere lo zucchero nell'acqua. Aggiungere la biga, la farina ed impastare per circa 6 minuti a velocità moderata (vel. 1 nel Kenwood). Aggiungere il sale e continuare a lavorare aumentando la velocità (2 nel Kenwood), fino ad ottenere un impasto elastico.
Mettere ora l'impasto sul tavolo, fare una palla e lasciar riposare per 10 minuti dopo aver coperto con carta pellicola.
Con il mattarello tirare l'impasto e ripiegarlo in 4.


Coprire con carta pellicola e fare riposare per 10 minuti. Ripetere l'operazione altre 2 volte.


Formare ora una palla, ungere con olio e, dopo aver coperto con carta pellicola far lievitare per 30 minuti.



Dividere la pasta formando 8 palle da circa 80 gr l'una.



Appiattire ogni pezzo di pasta formando un quadrato, portare i 4 angoli al centro, stringere con le dita ciò che ne sarà risultato e, capovolgendo, formare una palla.

Un metodo più facile, per chi non ha molta dimestichezza con queste lavorazioni, è quello di appiattire la pasta, stenderla in lungo con un mattarello, avvolgerla ottenendo un rotolo ben stretto e, quindi, cercare di arrotondarla ottenendo una palla.

Coprire con carta pellicola e lasciar lievitare per 30 minuti.

"Stampare" ora le rosette con un tagliamele schiacciando a fondo, ma non completamente per evitare che la pasta si spezzi.



Capovolgerle e, dopo averle coperte con carta forno far lievitare per circa un'ora.

Mettere la refrattaria in forno e riscaldare a 250°-270°, inserendo sul fondo un pentolino d'acqua che andrà tolto negli ultimi 10 minuti di cottura.

(Se non avete la refrattaria, adagiate le pagnotte su una teglia coperta con carta forno.)

Infornare per circa 20 minuti, spruzzando continuamente acqua all'interno del forno durante i primi 10 e abbassando la temperatura a 200° durante gli ultimi 5 minuti.

 

Nessun commento:

Posta un commento