venerdì 28 febbraio 2014

GNOCCHI ALLA PARIGINA

Gnocchi alla parigina. Purtroppo non sono riuscita a fare nemmeno una foto. Sono chiamati gnocchi ma non sono di patate, la base infatti è una pasta choux che si può fare con il latte o con l'acqua (io ho preferito la versione con l'acqua molto più leggera). Per il condimento potete usare una besciamella con abbondante parmigiano, oppure una salsa mornay, ma vi potete sbizzarrire anche con formaggi. Vi consiglio di abbondare con le dosi perchè è praticamente impossibile non fare il bis....

Ingredienti per 3 persone:
per gli gnocchi
200 ml di acqua, 110 gr di farina, 80 gr di burro, 2 uova intere, noce moscata,  parmigiano grattugiato, sale.

per la besciamella: 
400 ml di latte, 40 gr di farina, 40 gr di burro, sale, abbondante parmigiano.
(se preferite usare la salsa mornay dovete aggiungere: 1 tuorlo, 150 ml di panna, 100 gr di gruviera.)

Procedimento:
In una casseruola ampia far bollire l'acqua con il burro. Appena l'acqua bolle versare la farina tutta in una volta e, a fiamma media, mescolare con un cucchiaio di legno cuocendo finchè la pasta si staccherà dalle pareti della pentola. Spegnere il fuoco e lasciar intiepidire. Unire le uova, la noce moscata, il parmigiano, il sale e mescolare fino ad ottenere una pasta omogenea.

Riempire una pentola capiente di acqua, portare a bollore e salare leggermente. 

Mettere l'impasto in una sacca da pasticcere senza bocchetta e spremerlo nell'acqua formando, tagliandolo con un coltello, gnocchi della lunghezza di circa un centimetro. Appena vengono a galla scolarli con una schiumarola e metterli in una pirofila, precedentemente, imburrata. Coprire con la besciamella (o la mornay), mettere in superficie qualche fiocchetto di burro e abbondante parmigiano.

Infornare a forno caldo a 200° per circa 30 minuti, fino a quando la superficie risulterà gratinata.

(Se preferite conservarli potete metterli in congelatore quando è pronta la pirofila e passarli in forno al momento di usarli).

2 commenti:

  1. quanto son buoni! In fondo è una delle meraviglie della pate à choux. Devo ricordarmi di farli, sabato, quando c'è anche mio marito, grazie! :-)

    RispondiElimina
  2. Anche a me piacciono tantissimo. Sono quelle cose semplici e buone, ma che alla fine ci si dimentica che esistano.

    RispondiElimina