domenica 25 novembre 2012

FUGASSA VENETA O FOCACCIA VENETA

Da un po' cercavo la ricetta giusta per la fugassa veneta, quella soffice e profumata. Dopo vari esperimenti con ricette diverse ecco il risultato (come sempre le mie foto, purtroppo, non rendono giustizia...):



Ingredienti per uno stampo da 750 gr (mis. 18 x 6 h.):

Per la focaccia: 500 gr di farina per focaccia (io ho usato metà 00 e metà manitoba), 60 ml di latte tiepido, 3 uova, 3 gr di lievito disidratato, 100 gr di burro, 160 gr di zucchero, 1 bustina di vanillina, 15 ml di aroma spumadoro (si trova facilmente nei supermercati eventualmente sostituire con aroma arancia e limone o con scorza di arancia e limone), 1 cucchiaino di sale, zucchero in granella, qualche mandorla.
Per la glassa: 35 gr di mandorle pelate e tritate, 65 gr di zucchero, 25 gr di albume.

Preparazione:

Generalmente impasto nel pomeriggio e inforno il giorno dopo per assicurare le 12 ore di lievitazione.

Lievitino: Preparare un lievitino sciogliendo il lievito nel latte con 20 gr di zucchero e 100 gr di farina. Coprire la ciotola con carta pellicola e far lievitare per circa un'ora in luogo caldo (deve raddoppiare).

Per impastare è preferibile usare una planetaria.

Primo impasto: Unire al lievitino 200 gr di farina, 2 uova e 80 gr di zucchero. Impastare. Unire 50 gr di burro a temperatura ambiente e continuare ad impastare (deve incordare bene quindi la lavorazione può durare anche mezz'ora). Coprire con pellicola e fare lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore).

Secondo impasto: Unire 200 gr di farina, 1 uovo, 50 gr di zucchero, la vanillina e l'aroma spumadoro. Impastare per circa un'ora finchè l'impasto si stacca dalla ciotola e forma un blocco unico. Coprire con carta pellicola e far lievitare fino al mattino dopo (circa 12 ore).

Sgonfiare l'impasto, formare una palla e metterla nello stampo (è preferibile sistemarlo già sulla placca per evitare poi di creare problemi alla lievitazione spostandolo). Quando l'impasto sarà arrivato al bordo dello stampo fare un tagli a croce e mettere sotto le 4 punte, alzandole delicatamente e poi richiudendole, qualche fiocco di burro. Coprire con la glassa (ottenuta battendo con un cucchiaio l'albume con lo zucchero e le mandorle), mettere qua e là le mandorle e cospargere con la granella.
Infornare a 200° per i primi 15 minuti abbassando poi a 180° per i rimanenti 40 minuti.

Aprire il forno e lasciar intiepidire prima di sfornare perchè altrimenti potrebbe abbassarsi.




.

2 commenti:

  1. a guardarla mi fa già venire in mente che devo prepararmi in vista di panettoni e affini..
    e comunque tranquilla, la foto lascia capire benissimo che il risultato è eccellente.
    Un piccolo consiglio, se posso permettermi, se le posti in formato extra large magari ti daranno più soddisfazione.
    ;)

    ciaoo!

    RispondiElimina
  2. Certo che puoi, i consigli aiutano a migliorare. Formato extra large?!?..... devo studiare. Con il prossimo post provo, vediamo se ci riesco. Certo dovrei imparare anche a dare una "sistematina" alle foto. Per il momento ho chiesto a Babbo Natale una macchina fotografica nuova poi .... ahahah!!! Mi toccherà comprarmela.
    Mi sto organizzando anch'io per pandoro e panettoni, appena riesco a sfornare qualcosa posto ricetta e foto. Mi sembra già di sentire il profumo del mio pandoro....
    Ciao!!!

    RispondiElimina